MagnificaWeb Siti

 

Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO): Principi di base

Traduzione dell'articolo originale "Basics of search engine optimisation" di Roger Johansson, www.456bereastreet.com.

23 Novembre 2006

Durante il nostro lavoro, siamo contattati frequentemente da clienti che ci chiedono informazioni sul posizionamento e l’ottimizzazione per i motori di ricerca. La maggior parte delle volte questi clienti sono stati contattati da un consulente SEO (Search Engine Optimization) che cercava di convincerli a pagare un sacco di soldi per ottimizzare il proprio sito web ed ottenere un miglior posizionamento nei motori di ricerca. Queste ditte SEO promettono “risultati ai primi posti garantiti” e “la registrazione del sito web del cliente in 500 000 motori di ricerca e directory”.

Molti proprietari di siti web sono regolarmente contattati da società truffaldine di questo tipo, ed è comprensibile che molti abbocchino a queste proposte ed inizino a pagare per “risultati incredibili e registrazioni un po’ ovunque”. Dopotutto, chi non vorrebbe il proprio sito web posizionato nei primi posti dai motori di ricerca?

Nel tentativo di aiutare un po’ di persone a non pagare per delle ottimizzazioni per i motori di ricerca non necessarie, vorrei condividere con voi cosa ho fatto per raggiungere degli ottimi posizionamenti nei motori di ricerca, sia per questo sito web sia per quelli di molti clienti.
Innanzitutto, permettetemi di dire che non tutti i consulenti SEO sono dei truffatori – esistono molte società rispettabili in questo ambiente.

Comunque, chiunque prometta “risultati ai primi posti garantiti”, “registrazioni in 500 000 motori di ricerca e directory”, “risultati istantanei”, o “prime posizioni permanenti” è molto probabilmente un truffatore. Non c’è modo per nessuno di garantire che il vostro sito web sia al primo posto nei risultati a meno che questi controllino i risultati dei motori di ricerca, o le prime posizioni siano per parole o frasi che esistono solamente nel vostro sito web.

Ciò che mi colpisce maggiormente mentre riconsidero i passi che ho compiuto per ottenere dei buoni posizionamenti nei risultati dei motori di ricerca è quanto l’ottimizzazione per i motori di ricerca abbia in comune con l’accessibilità, l’usabilità, ed un’alta qualità della marcatura: i principi degli standard del web. A dire il vero è ancora meglio: rendendo il vostro sito web più accessibile ed usabile per gli umani, e usando una marcatura valida e semantica, lo rendete anche più attraente per i robots dei motori di ricerca.

Considerate le linee guida che descrivo qui come un livello base di SEO – provate prima questi consigli, e se continuate a non ottenere i risultati sperati, potreste chiedere aiuto a qualche rispettabile società specializzata nell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Se contattate qualcuno per far ottimizzare il vostro sito, chiedetegli che cosa faranno. Se dovessero proporre qualsiasi metodo poco chiaro, siate molto attenti. Potrebbero far sì che il vostro sito web risulti penalizzato o addirittura eliminato dagli indici dei motori di ricerca.  D’altra parte, se i loro consigli includono ciò che vi suggerirò in questo articolo, allora probabilmente faranno un buon lavoro.

Ecco la lista dei suggerimenti presentati in questo articolo:

  1. Non ci sono scorciatoie
  2. Scrivete dei buoni contenuti
  3. Pensate all’ortografia
  4. Scrivete titoli delle pagine descrittivi
  5. Usate delle intestazioni reali
  6. Usate degli URL adatti ai motori di ricerca
  7. Fatevi linkare
  8. Usate una marcatura valida, semantica, semplice ed accessibile
  9. Utilizzate le directory con attenzione
  10. Non cercate di ingannare i motori di ricerca
  11. Evitate l’uso dei frames
  12. State attenti al rilevamento del browser
  13. Non perdete tempo con i meta tag
  14. Guida super-compatta all’ottimizzazione per i motori di ricerca

Non ci sono scorciatoie

Inizierò con delle cattive notizie se state cercando un modo semplice e veloce per ottenere dei grandi risultati. Non esiste. Invece, preparatevi a lavorare duramente, specialmente quando sarà ora di preparare il contenuto per il vostro sito web.

Avrete anche bisogno di molta pazienza. I risultati non arriveranno nell’arco di una notte. Se state lavorando per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca del sito di un vostro cliente, probabilmente dovreste spiegarglielo in anticipo.

Scrivete dei buoni contenuti

Probabilmente questa è la cosa più importante di cui avete bisogno per farvi trovare sul web. Anche se il vostro sito è tecnicamente perfetto per i robots dei motori di ricerca, non vi sarà di alcun aiuto se non lo riempirete di buoni contenuti. Sì, davvero!

Ciò che intendo per buon contenuto è del testo con un significato reale ed una grammatica corretta, anche se questo non è strettamente necessario per tutti i tipi di siti web. Qualunque sia l’argomento del sito, il contenuto deve essere unico e/o abbastanza specifico per attrarre la gente. Per essere più precisi, il contenuto deve essere utile alla gente che troverà il vostro sito.

Se i contenuti sono buoni i visitatori torneranno e se trovano il vostro sito interessante potrebbero linkarvi. Ed avere molti link in entrata (cioè collegamenti verso il vostro sito) è molto utile per il posizionamento nei motori di ricerca, specialmente se questi collegamenti provengo da siti molto importanti.

Strettamente collegato a dei buoni contenuti è la freschezza dei contenuti. Aggiungendo nuovi contenuti regolarmente, date ai visitatori una ragione per tornare. I robots dei motori di ricerca visiteranno il vostro sito con una maggiore frequenza. Ciò significa che tutti i contenuti che aggiungerete saranno indicizzati più rapidamente.

Quando lavorate per un cliente, creare dei contenuti di qualità è raramente una responsabilità del web designer. Spesso il cliente vuole scrivere i testi per il proprio sito web e va benissimo se sono in grado di scrivere dei buoni contenuti e di aggiungerli spesso. Per mia esperienza, questo capita pochissime volte. Se esiste la possibilità cercate di convincere il vostro cliente ad assumere qualcuno per farsi aiutare nella scrittura dei testi, o perlomeno farsi correggere ciò che hanno scritto. In ogni caso spiegategli che non si può sperare di ottenere dei buon posizionamenti senza dei buoni contenuti.

Pensate all’ortografia

Se scrivete in inglese, probabilmente siete a conoscenza delle differenze di alcuni termini tra l’inglese americano e quello britannico. Colour o color, optimisation o optimization, ecc. Esistono anche molte parole che normalmente sono scritte in maniera errata (e questo vale per tutti i linguaggi).

Non mi piace l’idea di sbagliare a scrivere alcune parole intenzionalmente, siccome va contro la mia definizione di “buon contenuto”. Se alcune parole importanti per i vostri contenuti (keyword, cioè parole chiave) hanno diversi modi per essere scritte o sono comunemente scritte in maniera errata, considerate di aggiungere un glossario o qualcosa di simile per includere le variazioni più comuni presenti nella pagina.

Scrivete titoli delle pagine descrittivi

Rendendo i titoli delle vostre pagine semplici, ma descrittivi e rilevanti, facilitate i motori di ricerca nel comprendere il contenuto di ogni pagina, e permette alla gente che sta esplorando i risultati di una ricerca a determinare rapidamente se il vostro documento contiene ciò che stanno cercando. Il titolo della pagina è anche ciò che è usato per collegare il vostro sito dai risultati di una ricerca.

Per questi motivi, l’elemento title è uno degli elementi più importanti di una pagina. Alcuni sostengono che sia l’elemento più importante.
Quando si considera l’ordine del testo nell’elemento title, ho trovato che il seguente funziona bene:

Titolo del documento | Nome della sezione | Sito o nome dell’azienda

Basandosi su questa discussione di un po’ di tempo fa, questo è probabilmente uno dei migliori formati per avere il testo del titolo accessibile. Ancora un volta, accessibilità e SEO vanno d’accordo.

Qualsiasi cosa facciate, non usate lo stesso titolo per tutti i documenti. Con i titoli delle vostre pagine tutti uguali rendereste molto difficile ai motori di ricerca, alla gente che sta cercando tra i risultati di un ricerca, ed ai visitatori del vostro sito ad identificare rapidamente l’argomento del documento.

Usate delle intestazioni reali

Usate gli elementi h1 - h6 per le intestazioni. Usare delle immagini per le intestazioni vi permette di usare ogni tipo di carattere che desiderate, ma i motori di ricerca non lo considereranno. Anche se (come richiesto) usate l’attributo alt per specificare il testo alternativo per le immagini delle intestazioni, quel testo non sarà mai importante come il testo in un elemento titolo. Per mia esperienza, questo è vero anche se le immagini sono dentro gli elementi titolo.

Se non potete proprio usare del testo, date un’occhiata alle varie tecniche di “image or Flash replacement”. Ma state attenti che potrebbe esserci un piccolo rischio nel loro utilizzo. Siccome queste tecniche nascondono del testo, è teoricamente possibile che i motori di ricerca vi penalizzino. Attualmente pare che il rischio sia scarso, ma non dite che non vi avevo avvisato.

Usate degli URL adatti ai motori di ricerca

Evitate degli URL generati dinamicamente che usano dei parametri per mostrare i dati recuperati da un database. I robots dei motori di ricerca potrebbero aver difficoltà con questi tipi di URL: potrebbero fermarsi al punto di domanda e non guardare neanche i parametri della richiesta.
Usate degli URL amichevoli per i motori di ricerca e leggibili dagli umani. Questo aiuterà sia il vostro posizionamento sia i vostri visitatori. Ho visto dei miglioramenti incredibili nei risultati dei motori di ricerca dovuti alla sola modifica degli URL di un sito web.

Modificare e riscrivere gli URL di un sito può essere un po’ complicato, ed alcuni CMS (Content Management System, sistemi di gestione dei contenuti) lo rendono più difficile di altri. Comunque lo sforzo vale i risultati. Ecco un paio di risorse per aiutarvi ad avere degli URL migliori:

Fatevi linkare

Non c’è un modo facile per risolvere questo punto. Il modo migliore è, l’avete intuito, offrire dei buoni contenuti. I collegamenti verso il vostro sito sono molto importanti per una buona ottimizzazione per i motori di ricerca. E possono anche essere una delle parti più difficili da implementare per un SEO.

Comunque, per mia esperienza i collegamenti verso il vostro sito sono meno importanti quanto più è specifico ed unico il contenuto del vostro sito. Per esempio, un paio di nostri clienti operano in quella che normalmente è chiamata una nicchia di mercato. Non hanno molti link verso i loro siti, ma hanno iniziato a posizionarsi ai primi posti dei risultati dopo che ho implementato nei loro siti tutti i principi che vi sto presentando.

Usate una marcatura valida, semantica, semplice ed accessibile

Molti browser moderni hanno delle funzionalità avanzate per decifrare il miscuglio di tag (anziché HTML) che è usato in molti siti. Non potete sperare che i robot dei motori di ricerca facciano la stessa cosa. Validate il vostro HTML, ed usate una marcatura pulita e concisa. Aumentando il rapporto tra contenuto e marcatura, rendete il vostro sito web più veloce e più attraente per i motori di ricerca.

Una marcatura di qualità vi aiuterà a migliorare i vostri posizionamenti.

L’accessibilità è altrettanto importante. Rendere il vostro sito web accessibile a persone con dei problemi di vista aiuterà anche i robot dei motori di ricerca a trovare il modo migliore per analizzarlo. Ricordate, Google e gli altri motori di ricerca sono ciechi. Quindi anche se non vi preoccupate di possibili utenti ciechi che utilizzano il vostro sito (cosa che dovreste fare), dovreste rendere il vostro sito il più accessibile possibile. Questo significa che dovreste usare delle vere intestazioni, paragrafi, liste, ed evitare ogni cosa che potrebbe interferire con gli spider dei motori di ricerca.

Flash e JavaScript vanno bene, finché non sono indispensabili per navigare il vostro sito e per accedere a delle informazioni vitali. Non nascondete i vostri contenuti in dei file Flash o dietro delle eccentriche navigazioni JavaScript. Navigate il vostro sito con Lynx, e disabilitate la grafica, i CSS, JavaScript e Flash. Se questo vi crea dei problemi, è probabile che anche gli spider dei motori di ricerca avranno dei problemi.

Utilizzate le directory con attenzione

Spesso sopravvalutata, l’aggiunta del vostro sito a directory ed ai motori di ricerca potrebbe essere utile, specialmente se il sito è nuovo e non è ancora stato rilevato da Google e dagli altri. Procedete ed aggiungete il vostro sito a Google. Non farà male, ma molto probabilmente Google vi troverebbe comunque.

Due directory a cui può valer la pena proporre il vostro sito sono: Yahoo! Directory e Open Directory Project. Siate pazienti, probabilmente ci vorranno diverse settimane prima che la vostra richiesta venga processata, a meno che non paghiate per velocizzare questa procedura.

Non cercate di ingannare i motori di ricerca

Non usate il cloaking, le link farm (gruppo di siti web che si scambiano link in maniera automatizzata), il keyword stuffing (riempire i contenuti di parole chiave (solitamente nascondendole al visitatore)) o altri metodi dubbi. Se siete fortunati potrebbero funzionare per brevi periodi di tempo, ma rischiate seriamente che il vostro sito venga penalizzato se non completamente bannato (cioè escluso) dall’indice dei motori di ricerca.

I motori di ricerca vogliono che i loro risultati siano accurati, e non amano quando qualcuno cerca di ingannarli. Non fatelo.

Evitate l’uso dei frames

E’ possibile fornire dei metodi alternativi per permettere ai robot dei motori di ricerca di indicizzare anche i siti web che utilizzano i frames, ma i frames continueranno a causare dei problemi alla gente che trova il vostro sito attraverso i motori di ricerca.

Quando qualcuno segue un collegamento di un risultato di una ricerca ad un sito basato sui frame raggiungeranno un documento orfano, al di fuori del documento contenitore. Questa situazione molto probabilmente causerà della confusione, siccome frequentemente vengono a mancare delle parti vitali del sito, come i link di navigazione.

Alcuni siti utilizzano JavaScript o dei server-script per re-direzionare verso la homepage chiunque cerchi di caricare un documento al di fuori del documento contenitore. Questa è veramente una cosa molto scorretta nei confronti del visitatore e non aiuta la gente a navigare sul vostro sito web. Lasciate perdere i frames. Sono pessimi per l’usabilità.

State attenti al rilevamento del browser

Se avete la necessità di utilizzare qualche tipo di rilevamento del browser (browser detection), assicuratevi che permetta di visitare il sito anche agli spider dei motori di ricerca (o a qualsiasi piattaforma utilizzata per navigare). Se lo spider non può accedere al vostro sito, non sarete indicizzati. Ho visto succedere questo anche in siti di alcune società importanti.

Non perdete tempo con i meta tag

La maggior parte dei motori di ricerca non danno più alcuna importanza al contenuto dei vari meta tag. Sono stati utilizzati troppo dagli spammer. Vi consiglio di utilizzare soltanto il meta tag description. Le parole chiave non sono nocive, ma raramente vi aiuteranno, per questo non vale la pena perderci del tempo.

Alcuni motori di ricerca (tra cui Google) usano il contenuto del meta tag description per descrivere il vostro sito nei risultati delle ricerche. Quindi se possibile, rendete il suo contenuto unico e descrittivo per ogni documento, o almeno per i più importanti.

Uuh. Questo era troppo da leggere per me

Ok. La guida super-compatta all’ottimizzazione per i motori di ricerca: aggiungete regolarmente contenuti di qualità ed assicuratevi che il vostro sito web sia ben costruito (usabile ed accessibile).

E adesso?

Come ho dichiarato all’inizio di questo articolo, queste sono le linee base dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. C’è molto di più di quanto riportato in questo articolo per migliorare la visibilità del vostro sito web nei risultati dei motori di ricerca, ma seguire i consigli che vi ho dato è un buon inizio, che per mia esperienza, vi porterà molto lontano.

Se cercate ulteriori notizie, vi riporto un paio di libri sull’ottimizzazione per i motori di ricerca:

Traduzione

Questo articolo è stato tradotto nei seguenti linguaggi:

Ti è piaciuto questo articolo? Aggiungilo a: del.icio.us


 

Ricevi tutte le news tramite RSS
© 2005-2010 MagnificaWeb. Tutti i diritti riservati.